Illuminare il salotto e la sala da pranzo

  Tempo di lettura stimato: 6 min. circa

Idee per illuminare il soggiorno

Il soggiorno è l’ambiente della casa che viene vissuto maggiormente, la zona senz’altro più accogliente dove potersi rilassare guardando un film, ascoltando della musica o leggendo un buon libro. Una stanza accogliente, in sostanza, in cui tutta la famiglia si ritrova in diversi momenti della giornata per trascorrere del tempo con serenità. Ma la zona living non è solo composta da soffici sedute, molte volte diventa anche un’accogliente sala da pranzo per consumare i pasti in compagnia degli ospiti, festeggiando ricorrenze gioviali o altre tipologie di eventi con familiari e amici.

Un ambiente poliedrico che richiede quindi un’attenzione a 360°, senza tralasciare nulla e, allo stesso tempo, dando la possibilità a chi vi abita di gestirlo con creatività e in innumerevoli modi.

Illuminazione “a zona”

L’importanza delle componenti d’arredo e della loro disposizione per creare un ambiente ideale, è senza dubbio fondamentale e deve essere gestita con criterio. Le soluzioni d’arredo, infatti, possono essere differenti poiché la sala non è da considerarsi come ambiente unico, ma suddiviso in altrettante piccole zone che andranno quindi gestite anche con differenti tipologie di fonti luminose per garantirne una maggiore fruizione.

Come gli altri ambienti della casa, anche per illuminare la sala si ha bisogno di una corretta illuminazione che possa essere in grado di valorizzare ogni angolo presente al suo interno. Via libera allo stile luminoso che più vi aggrada, dal vintage al moderno, tenendo sempre in considerazione la tipologia di arredamento scelta.

Come illuminare la zona living

 

Sedersi a tavola e consumare i pasti con la giusta illuminazione

Come di consueto, l’illuminazione a LED è sempre la scelta migliore da effettuare quando si tratta di gestire l’impianto luci all’interno dei nostri ambienti casalinghi. Il risparmio energetico e il correlato rispetto per l’ambiente non devono mai essere tralasciati, poiché sono alla base del nostro vivere quotidiano.

L’illuminazione principale del soggiorno è importante poiché deve garantire un raggio d’azione omogeneo, senza tralasciare alcun angolo buio all’interno della stanza. Solitamente il punto luce principale viene installato al centro della sala stessa e in corrispondenza del piano del tavolo da pranzo o del divano. La scelta potrebbe ricadere sia su un’unica lampada a sospensione, sia su una serie di faretti con differenti punti luce. L’utilizzo dei faretti può risultare altrettanto utile e deciso per i controsoffitti, così come anche l’installazione delle strip led. Se il salotto dispone anche di una zona da pranzo, si potrebbero aggiungere ulteriori lampade a sospensione direzionate sul tavolo per illuminare ancor di più la zona conviviale durante i pranzi o le cene.

Nell'articolo Arredare con le Strip LED troverete utili consigli a riguardo.

Come illuminare la zona del tavolo

 

Il piacevole bagliore diffuso nei momenti di relax

Quando pensiamo al relax, sicuramente il divano è l’oggetto che più bramiamo dopo una stancante giornata di lavoro o per godersi un momento di tranquillità. Per incentivare la permanenza su questa morbida e accogliente seduta, è necessario anche ricorrere ad una giusta illuminazione adatta in particolar modo per le ore serali.

Una soluzione di tendenza è l’utilizzo delle lampade a sospensione da far scendere in corrispondenza del divano, fino ad un’altezza utile che soddisfi anche l’eventuale momento dedicato alla lettura. In alternativa vanno benissimo anche le lampade da terra che creano un’atmosfera accogliente ma decisamente più raccolta. In generale le posizioni migliore per le lampade da divano sono a ridosso della spalliera o lateralmente. Nel caso in cui il divano sia abbastanza grande, si possono sfruttare anche due fonti di luce da terra laterali, mentre le lampade da appoggio sono consigliabili per divani e poltrone più piccole, da posizionare su tavolini che stanziano vicino la loro posizione.

Lampadari e Pendel d'arredo consigliati da ZioTester

L’importanza dell’illuminazione aggiuntiva per la zona divano, può essere necessaria anche per evitare lo sgradevole effetto sala d’attesa che viene a crearsi avvalendosi solo ed esclusivamente della luce principale.

Come illuminare il divano

 

Guardare un film senza rinunciare agli effetti di luce

Sappiamo bene che guardare la tv completamente al buio affatica la vista. L’ideale, in questi casi, è usufruire di alcuni espedienti luminosi, come le strip led da posizionare dietro il televisore. Quale temperatura colore è da preferire? Sicuramente una luce calda o comunque ambrata sarebbe l’ideale.

Sul seguente articolo redatto da Ziotester puoi trovare alcuni consigli su come illuminare al meglio la zona tv del tuo salotto Arredare con le Strip LED

Come illuminare la zona tv

 

Leggere un libro in compagnia del chiarore di una lampada

Oltre ad una buona illuminazione, è giusto prendere in considerazione anche l’atmosfera adatta ad ogni tipologia di angolo all’interno dell’ambiente salotto.

La zona dedicata alla lettura è senza dubbio un’area che necessita di essere accogliente e comoda, affinché il nostro umore benefici di rilassatezza e positività per focalizzare la nostra attenzione alla lettura di un buon libro o alla scrittura. L’arredo costituito da quest’area si compone spesso di un tavolino e una comoda bergere, e Il tipo di illuminazione ideale è costituito da una lampada da tavolo o d'appoggio nel caso si usufruisca di un piano, o una piantana (o comunque una lampada da terra) con luce calda, possibilmente non troppo forte e ben diffusa, in modo da non stancare la vista e permettere allo stesso tempo di concentrare il focus sulla lettura.

L’idea di posizionare questo angolo nei pressi di una finestra lo rende ancora di più funzionale poiché, durante le ore diurne, sarà quindi possibile usufruire in toto della luce naturale proveniente dall’esterno.  

Come illuminare la zona lettura

 

Consigli utili

In presenza di sculture o altri oggetti posti su mensole e mobili da voler valorizzare, soprattutto durante le ore notturne, è possibile ricorrere alla luce diretta dei faretti, magari posizionati in maniera tale da creare anche dei particolari effetti di chiaroscuro per sottolinearne maggiormente la loro tridimensionalità. Per i quadri, invece, è preferibile un progetto di illuminazione con faretti più omogenea, in modo tale che non si creino spiacevoli i riflessi o zone in ombra non ben illuminate. Con un po’ di accortezza sarà possibile illuminare i vostri quadri perfettamente, magari utilizzando lampade a LED da 400 lumen massimo e 3000K di temperatura colore; per comprendere al meglio tutto ciò che riguarda l'ambito dell'illuminazione LED, abbiamo redatto un articolo in merito che ti invitiamo a consultare. E’ importante sapere che il campo visivo di chi osserva non dovrà essere investito dal flusso emanato dalla luce e non bisogna far sì che i faretti emanino riflessi sull’eventuale vernice o sul vetro.

Una luce soft all’interno del salotto non deve mai mancare, proprio per rendere ancora più accogliente questa zona della casa dedita al relax, soprattutto per chi ha bisogno di scrollarsi di dosso i momenti di forte stress e stanchezza. Per questo motivo è bene avvalersi di lampade con dimmer per regolare l’intensità delle luci in base alle proprie necessità.

Nelle sale caratterizzate da un arredamento con colori vivaci, è consigliabile utilizzare esclusivamente luci neutre ed evitare quindi luci a loro volta colorate per non creare troppa confusione. Valutare quando utilizzare la luce calda o la luce fredda è una questione non solo legata al gusto personale ma soprattutto in base alla funzionalità delle zone dell’ambiente sala e al tipo di arredamento. In generale una luce fredda renderà le forme dell’ambiente più statiche, donando maggior valore soprattutto alle superfici lucenti e metalliche, mentre una luce calda tenderà ad ammorbidire i volumi e a rendere più soft l’atmosfera nella stanza.

In conclusione

Il salotto e la sala da pranzo sono ambienti davvero poliedrici, che permettono di essere gestiti attraverso differenti soluzioni. Questo fa sì che si possa godere di un ambiente che racchiude in sé altrettante tipologie di piccoli ambienti, giocando con le tante variabili possibili sia a livello di arredamento che di illuminazione. Sfruttare al meglio la luce artificiale, permette di viversi l’ambiente sala nelle ore notturne con efficacia e buon umore, dando un valore aggiunto ad ogni angolo presente al suo interno.

Nella speranza che questo articolo sia stato di tuo gradimento, ti invitiamo caldamente a condividerlo. Per saperne di più sul mondo dell’illuminazione, consulta anche gli altri articoli presenti sul blog per capire come gestire al meglio la luce ed integrarla nel tuo quotidiano.

Buona luce da Ziotester! ;)

 

Ti piacciono i nostri articoli? Vuoi rimanere aggiornato su novità, sconti e promozioni?

 
Il tuo feedback ci aiuta a migliorare i nostri servizi, è semplice e veloce (basta un click)

 

Altri articoli che potrebbero interessarti: